Un culto di convenienza

Negli anni abbiamo assistito alle più variegate dichiarazioni della chiesa, dalla condanna ai preservativi, alla critica sugli aborti, tutte esternazioni da parte di una “setta”.

Una setta (dal latino secta, da sequi, seguire, seguire una direzione, e da secare, tagliare, disconnettere – in senso generale, un gruppo di persone che segue una dottrina religiosafilosofica o politica minoritaria la quale, per particolari aspetti dottrinali o pratici, si discosta da una dottrina preesistente già diffusa e affermata) che predica bene ma razzola male, un culto basato sull’uguaglianza e sulla carità.

Analizziamo i loro dogmi:

Uguaglianza: sempre nominata in tutte le prediche: “siamo tutti fratelli, tutti figli, tutti uguali”, bellissimo, se fosse vero, sono parole dette da chi vive e predica da un pulpito intarsiato, placcato d’oro, con vestiti di alta sartoria, con anelli d’oro e diamanti, proprietari di immobili in tutto il mondo, di banche, scuole, ospedali, associazioni “non” a scopo di lucro, e stabiliti in una città stato che non risponde alle leggi di nessun paese (https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/01/05/il-vaticano-le-leggi-italiane-autonomia.html), parole dette da eredi di monaci, inviati dalla chiesa, che andavano a distruggere, sottomettere e uccidere le popolazioni dei malcapitati che venivano scelti per la “conversione” (leggi “sottomissione forzata ad una religione”). Una setta che si è imposta con le armi sfruttando la credulità e l’ignoranza, con il terrore (vedi inquisizione), con i complotti e con la politica.

Carità: anche questo termine è molto abusato dai “guru” di questa setta, utilizzato per convincere le persone a donare alla chiesa soldi che poi (forse) verranno utilizzati per opere di carità… Sicuramente sappiamo che tutte le donazioni vengono accumulate in un istituto chiamato IOR (https://it.wikipedia.org/wiki/Istituto_per_le_opere_di_religione). Secondo il bilancio 2019 lo IOR possiede un patrimonio di 603,3 milioni di euro, con un utile netto di 38 milioni di euro, con queste cifre è immaginabile che abbiano risolto la carenza d’acqua in Africa, il dramma della fame nei paesi poveri, così come dice il “loro” testo sacro: “spogliatevi di ogni ricchezza e vivete del solo amore di dio“.

La realtà ci regala un racconto differente, la chiesa fa politica, accumula ricchezze, dispensa giudizi, interferisce su decisioni di paesi laici e non si fa mancare scandali per truffe, corruzioni, omicidi (https://it.wikipedia.org/wiki/Michele_Sindona)(https://it.wikipedia.org/wiki/Sparizione_di_Emanuela_Orlandi) e violenze sessuali specialmente su minori (https://it.wikipedia.org/wiki/Casi_di_pedofilia_all%27interno_della_Chiesa_cattolica). Gli scandali più conosciuti di pedofilia partono dal 2002, ma solo perchè prima di quegli anni venivano trattati in modo meno eclatante, con l’avvento di internet è diventato più difficile tenere nascoste certe notizie.

I giornali di questi giorni stanno pubblicando la notizia che il gran capo della setta ( Il Papa) ha aperto alle unioni gay ( https://www.facebook.com/permalink.php?id=132707500076838&story_fbid=4501094873238057) curioso vedere come si cambia opinione a seconda delle convenienze, accettare le unioni gay da parte della chiesa (niente di personale contro le unioni gay, ci si riferisce al fatto che fino a poco tempo fa per la chiesa essere gay era una perversione), è il primo passo per poi accettare la pedofilia e giustificare le loro perversioni, sono come i ladri che applaudono ad un indulto.

Dire poi che il Papa ha diritto a dire la sua è corretto, ma l’opinione di Bergoglio vale tanto quanto la mia o di chiunque altro, quindi non vedo la necessità di tanto clamore, quando ci sono cose più importanti a cui pensare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...